Cerca
PRODOTTI
    Menu Close

    DEGLI ESECUTORI TESTAMENTARI Artt. 700-712

    Bonilini Giovanni
    La seconda edizione dell’opera si apre con un’introduzione, in cui sono messe in luce, anzitutto, le ragioni, che rendono utile la designazione dell’esecutore testamentario; in cui è svolto un accostamento al trust; in cui è studiata la natura giuridica dell’istituto.
    L’opera esamina, indi, minuziosamente, con costante riferimento agli aggiornati contributi dottrinali e alla giurisprudenza, altresì recente, gli innumerevoli interrogativi suscitati dall’articolata normativa sull’esecutore testamentario.
    In chiusura, gli Indici: analitico e degli Autori.

    INDICE
    Art. 700 (Facoltà di nomina e di sostituzione)
    SEZIONE I: INTRODUZIONE 1. Premessa .................................... . 3
    2. Sommaria ricognizione sull’origine storica dell’istituto ........ . 7
    3. Le fonti normative .............................. . 12
    4. L’esecuzione della volontà mortis causa, quale dovere giuridico ... . 14
    5. L’interessato all’attuazione puntuale della volontà mortis causa ... . 16
    6. L’obbligo degli eredi di curare l’attuazione delle disposizioni mortis
    causa, ove sia assente l’esecutore testamentario, o questi abbia più
    limitato cómpito ................................ . 17
    7. Le ragioni, che portano alla designazione dell’esecutore testamentario . 20
    8. La funzione dell’esecutore testamentario ................. . 25
    9. Esecuzione testamentaria, e interessi tutelati .............. . 28
    10. L’utilità del ricorso all’esecuzione testamentaria ............ . 29
    11. Il presupposto dell’esecuzione testamentaria: l’esistenza di almeno una
    disposizione mortis causa, alla quale dare attuazione ......... . 33
    12. (segue) La posizione della giurisprudenza ................ . 35
    13. (segue) Prime considerazioni conclusive, alla luce dell’attività dell’esecutore testamentario ............................. . 39
    14. (segue) La sorte della disposizione in esame ............... . 41
    15. (segue) Volontà testamentaria, e volontà mortis causa implicita ... . 42
    16. (segue) Designazione di esecutore testamentario, e divisione del compendio ereditario ............................... . 46
    17. Esecutore testamentario, e figure affini. La persona designata per la
    cura delle disposizioni pro anima...................... . 47
    18. Esecuzione testamentaria, e trust ...................... . 51
    SEZIONE II: LA NATURA GIURIDICA
    1. La qualificazione giuridica. Il quadro d’insieme ............. . 55
    2. Esecuzione testamentaria, e mandato ................... . 59
    3. L’esecuzione testamentaria come mandato sui generis ......... . 63
    4. Esecuzione testamentaria, e mandato post mortem ........... . 65
    5. Esecuzione testamentaria, e quasi-contratto ............... . 67
    6. Esecuzione testamentaria, e rappresentanza ............... . 68
    7. L’esecuzione testamentaria come ufficio di diritto privato ....... . 75
    8. (segue) Considerazioni ulteriori sull’ufficio di diritto privato, e sugli
    interessi rintracciabili sullo sfondo dell’esecuzione testamentaria . . . 79
    9. Il carattere pubblicistico dell’ufficio. Osservazioni critiche. ...... . 83
    10. L’atto di designazione dell’esecutore testamentario ........... . 86
    11. Di alcune critiche alla tesi dell’ufficio di diritto privato ........ . 90
    12. Considerazioni conclusive .......................... . 91
    SEZIONE III: LA FACOLTÀ DI DESIGNAZIONE E DI SOSTITUZIONE DELL’ESECUTORE
    TESTAMENTARIO
    1. La designazione dell’esecutore testamentario .............. . 97
    2. La designazione dell’esecutore testamentario come disposizione mortis
    causa....................................... . 101
    3. (segue) La designazione racchiusa in un così detto codicillo ..... . 103
    4. La forma della designazione ........................ . 104
    5. (segue) Contestualità della designazione, e designazione affidata a un
    testamento ad hoc ............................... . 106
    6. L’accessorietà della designazione. Le disposizioni, alle quali può accedere ....................................... . 109
    7. L’invalidità della disposizione ....................... . 111
    8. La revoca della disposizione di designazione .............. . 115
    9. Il contenuto della disposizione di designazione dell’esecutore testamentario ....................................... . 116
    10. La designazione di più esecutori testamentarî. La loro attività congiuntiva ....................................... . 119
    11. (segue) Le eccezioni: l’attività disgiuntiva degli esecutori testamentarî. 124
    12. (segue) L’adozione di provvedimenti urgenti .............. . 127
    13. La designazione di eventuali sostituti ................... . 128
    14. La sostituzione dell’esecutore testamentario post acceptum officium. . 131
    15. La facoltà di sostituzione, da parte dell’esecutore testamentario, di altri
    a sé stesso. La possibilità di valersi dell’opera di un terzo ...... . 132
    16. (segue) La fattispecie ............................. . 135
    17. La designazione dell’esecutore testamentario rimessa all’arbitrio di
    persona di fiducia del testatore ....................... . 138
    18. Le eventuali disposizioni accessorie alla designazione dell’esecutore
    testamentario ................................. . 142
    19. Designazione condizionata, o a termine ................. . 144
    Art. 701 (Persone capaci di essere nominate)
    1. I soggetti capaci all’esecuzione testamentaria .............. . 149
    XX INDICE
    2. (segue) Capacità di agire, e capacità di obbligarsi ........... . 152
    3. Le persone fisiche ............................... . 153
    4. (segue) Il beneficiario di amministrazione di sostegno ......... . 157
    5. (segue) L’incapace naturale ......................... . 158
    6. Il “fallito” .................................... . 159
    7. Le persone giuridiche ............................ . 162
    8. (segue) Designazione della persona fisica, la quale impersoni l’organo di
    una determinata persona giuridica ..................... . 166
    9. Il momento in cui deve sussistere la capacità di obbligarsi. ...... . 167
    10. (segue) L’incapacità sopravvenuta ..................... . 171
    11. La designazione, a esecutore testamentario, di un erede o legatario . . 172
    12. (segue) La chiamata a successore, condizionata all’assunzione dell’ufficio di esecutore testamentario ...................... . 176
    13. La designazione, a esecutore testamentario, di un erede o legatario, il
    quale sia indegno di succedere ....................... . 179
    14. (segue) Designazione consapevole del soggetto, che, chiamato alla
    successione, sia autore di uno dei comportamenti riprovati dagli artt.
    463 ss. cod. civ. ................................ . 181
    15. (segue) Il comportamento riprovato, successivo alla designazione a
    esecutore testamentario ........................... . 183
    16. (segue) Natura fiduciaria dell’esecuzione testamentaria, e natura sanzionatoria dell’indegnità a succedere ................... . 184
    17. (segue) Necessità di una pronunzia giudiziale diretta a rimuovere,
    dall’ufficio, l’esecutore testamentario ................... . 186
    18. Esecuzione testamentaria, e incapacità di ricevere per testamento . . . 188
    Art. 702 (Accettazione e rinunzia alla nomina)
    1. Considerazioni introduttive ......................... . 193
    2. L’accettazione del designato ........................ . 194
    3. (segue) La libertà di accettazione dell’ufficio. L’accettazione di chi sia
    stato chiamato, al contempo, all’eredità o a un legato. L’accettazione
    della pluralità di designati all’esecuzione testamentaria ........ . 197
    4. La forma dell’accettazione ......................... . 199
    5. (segue) L’inefficacia dell’accettazione tacita ............... . 202
    6. (segue) La sanzione conseguente alla violazione della norma ..... . 204
    7. (segue) La cancelleria, alla quale va rilasciata la dichiarazione .... . 206
    8. Accettazione condizionata, o a termine .................. . 210
    9. Il tempo dell’accettazione .......................... . 212
    10. Il termine, per l’accettazione, concesso dall’autorità giudiziaria ... . 213
    11. La rinunzia ................................... . 217
    12. (segue) La revoca della rinunzia. Gli effetti della rinunzia ...... . 220
    13. (segue) La rinunzia successiva all’accettazione dell’ufficio ...... . 221
    14. La pubblicità della dichiarazione di accettazione o di rinunzia .... . 229
    INDICE XXI
    Art. 703 (Funzioni dell’esecutore testamentario)
    SEZIONE I: FUNZIONE E POTERI DELL’ESECUTORE TESTAMENTARIO
    1. La funzione dell’esecutore testamentario. Considerazioni introduttive . 234
    2. Esecuzione testamentaria, e poteri del titolare dell’ufficio ....... . 237
    3. Primi risultati conclusivi ........................... . 241
    4. Esecuzione testamentaria, chiamati all’eredità, eredi, altri soggetti coinvolti nella successione ............................ . 243
    5. I cómpiti dell’esecutore testamentario, al quale il testatore abbia inibito
    l’amministrazione del compendio ereditario ............... . 245
    6. (segue) Esecuzione testamentaria, e controversie relative all’efficacia
    del testamento. La legittimazione processuale dell’esecutore testamentario ....................................... . 250
    7. (segue) La legittimazione dell’esecutore testamentario all’adempimento
    coattivo delle disposizioni mortis causa................... . 253
    8. L’attuazione delle disposizioni modali, e di quelle a favore dell’anima . 255
    9. Le disposizioni non patrimoniali ...................... . 258
    10. (segue) L’esecuzione delle disposizioni concernenti l’opera del de cuius, specie di quella inedita ............................ . 261
    11. (segue) I limiti all’attività dell’esecutore testamentario nell’attuazione
    della disposizione in esame ......................... . 264
    12. Esecuzione testamentaria, e amministrazione dei beni ereditarî ... . 266
    13. (segue) Poteri dell’esecutore testamentario, e autonomia del testatore . 270
    14. (segue) Prime conclusioni sui poteri di autonomia testamentaria, rispetto alla funzione dell’esecutore testamentario ............ . 273
    15. (segue) Amministrazione dei beni ereditarî, ed esecuzione testamentaria limitata ad alcune soltanto delle disposizioni mortis causa .... . 277
    16. (segue) L’estensione, e i caratteri, dell’amministrazione dei beni ereditarî ........................................ . 281
    17. (segue) La strumentalità dell’amministrazione dei beni ereditarî ... . 284
    18. (segue) Gestione dell’esecutore testamentario e amministrazione, da
    parte dello stesso, dei beni ereditarî .................... . 287
    19. Considerazioni conclusive .......................... . 289
    20. La diligenza richiesta all’esecutore testamentario ............ . 291
    21. Amministrazione ordinaria e straordinaria ................ . 293
    22. (segue) Esemplificazione in ordine agli atti di amministrazione ordinaria ........................................ . 295
    23. L’adempimento dei legati .......................... . 297
    24. (segue) Considerazioni ulteriori sul potere di dare attuazione alle disposizioni di legato .............................. . 299
    25. (segue) Prime considerazioni conclusive ................. . 302
    26. (segue) Applicazioni in ordine all’adempimento dei legati ...... . 304
    27. L’adempimento degli oneri testamentarî e, in generale, delle obbligazioni imposte dal testatore ......................... . 306
    28. Il pagamento dei debiti ereditarî ...................... . 308
    29. (segue) Considerazioni conclusive ..................... . 312
    XXII INDICE
    30. Altri cómpiti dell’esecutore testamentario. L’erezione di una fondazione . 313
    31. La soluzione delle controversie insorte tra i successori ........ . 314
    SEZIONE II: LA DETENZIONE DEI BENI EREDITARÎ
    1. Introduzione .................................. . 319
    2. (segue) Possesso, e detenzione, dei beni ereditarî ............ . 324
    3. (segue) La detenzione, da parte dell’esecutore testamentario, dei beni
    ereditarî ..................................... . 327
    4. Detenzione, ed esercizio delle azioni possessorie ............ . 329
    5. Detenzione, e diritti dei legittimarî .................... . 331
    6. L’acquisto della detenzione ......................... . 332
    7. La temporaneità della detenzione ..................... . 335
    8. (segue) La cessazione della detenzione. Gli effetti ........... . 338
    9. (segue) Cessazione della detenzione, e prosecuzione dell’ufficio ... . 339
    10. Il dies a quo della detenzione ........................ . 341
    11. Durata della detenzione, e proroga della medesima .......... . 343
    SEZIONE III: L’ALIENAZIONE DI BENI EREDITARÎ DA PARTE DELL’ESECUTORE TESTA- MENTARIO
    1. Le alienazioni « necessarie » ........................ . 349
    2. (segue) Gli atti di « alienazione », e i relativi beni ........... . 354
    3. Decisione autonoma dell’esecutore testamentario, circa le alienazioni, e
    obbligo testamentario di porle in essere ................. . 355
    4. (segue) Considerazioni ulteriori sulla vendita imposta dal testatore . . 359
    5. La procedura diretta all’autorizzazione degli atti di alienazione. L’audizione degli eredi (e dei chiamati all’eredità) .............. . 361
    6. (segue) Il “parere” degli eredi. Il decreto di autorizzazione ........ . 364
    7. Se l’esecutore testamentario possa rendersi acquirente di beni, dei quali
    abbia la gestione ............................... . 366
    8. Gli atti di straordinaria amministrazione ................. . 368
    9. Potere di disposizione dell’esecutore testamentario, e dell’erede ... . 370
    10. (segue) Le ragioni, che si reputa militino nel senso dell’indisponibilità,
    fintanto che duri l’amministrazione dell’esecutore testamentario, dei
    beni ereditarî da parte dell’erede ...................... . 373
    11. (segue) La disponibilità dei beni ereditarî da parte dell’erede .... . 377
    SEZIONE IV: I RAPPORTI TRA L’ESECUZIONE TESTAMENTARIA E LE ALTRE AMMINI- STRAZIONI DEL COMPENDIO EREDITARIO
    1. Esecuzione testamentaria, e poteri di amministrazione in capo ad altri
    soggetti ..................................... . 381
    2. Esecuzione testamentaria, e poteri dei chiamati all’eredità ...... . 383
    3. Rapporti esistenti tra l’esecuzione testamentaria e la giacenza dell’eredità ....................................... . 387
    INDICE XXIII
    4. Rapporti tra esecuzione testamentaria e situazione del chiamato nel
    possesso dei beni ereditarî. Esecuzione testamentaria, ed eredità accettata con il beneficio d’inventario ...................... . 393
    5. Esecuzione testamentaria, e istituzione di erede sotto condizione sospensiva ..................................... . 397
    Art. 704 (Rappresentanza processuale)
    1. La legittimazione processuale dell’esecutore testamentario ...... . 401
    2. Legittimazione processuale dell’esecutore testamentario, e « gestione » dello stesso ................................... . 405
    3. Le « azioni relative all’adempimento del suo ufficio » ......... . 408
    4. (segue) Le principali azioni esercitabili dall’esecutore testamentario . 410
    5. (segue) Considerazioni conclusive ..................... . 415
    6. La facoltà, riconosciuta all’esecutore testamentario, di intervenire nei
    giudizî promossi dall’erede ......................... . 416
    7. Le « azioni relative all’eredità », che debbano essere proposte, altresì,
    nei confronti dell’esecutore testamentario ................ . 419
    8. (segue) L’esecutore testamentario quale litisconsorte necessario ... . 421
    9. La legittimazione processuale dell’esecutore testamentario, il quale sia
    anche erede .................................. . 425
    10. Le azioni dirette a far valere l’invalidità o l’inefficacia delle disposizioni
    testamentarie ................................. . 427
    11. La cessazione della legittimazione processuale. Il regime delle spese . 431
    Art. 705 (Apposizione di sigilli e inventario)
    1. La ratio della norma ............................. . 435
    2. L’inderogabilità della norma in esame .................. . 437
    3. Obbligo, e facoltà, della sigillazione e dell’inventario ......... . 439
    4. I chiamati all’eredità, in presenza dei quali, sussiste l’obbligo della
    sigillazione e dell’inventario ......................... . 442
    5. L’inventario .................................. . 445
    6. La responsabilità dell’esecutore testamentario per violazione degli obblighi in esame. L’esonero dall’ufficio ................... . 448
    7. Il procedimento ................................ . 449
    Art. 706 (Divisione da compiersi dall’esecutore testamentario)
    1. La divisione dell’eredità affidata all’esecutore testamentario ..... . 455
    2. I presupposti dell’applicazione delle norme racchiuse nell’articolo in
    commento ................................... . 459
    3. L’esecutore testamentario, il quale sia anche erede o legatario .... . 461
    XXIV INDICE
    4. La disposizione attributiva del potere di dividere il compendio ereditario . 463
    5. Legittimazione alla divisione, ed effettiva assunzione dell’ufficio di
    esecutore testamentario ........................... . 465
    6. La natura dell’attività divisoria commessa all’esecutore testamentario . 467
    7. Divisione affidata all’esecutore testamentario, e accordo dei coeredi
    diretto alla divisione contrattuale dei beni ereditarî .......... . 470
    8. I poteri dell’esecutore testamentario in ordine alla divisione. Il richiamo
    all’art. 733 cod. civ. ............................. . 473
    9. (segue) Le operazioni, che portano alla divisione dei beni ereditarî . . 475
    10. Il “parere” degli eredi ............................ . 479
    11. Lo scioglimento della comunione ereditaria. L’omissione di beni ereditarî ........................................ . 481
    12. L’efficacia della divisione .......................... . 483
    13. L’impugnazione della divisione attuata dall’esecutore testamentario . 487
    14. Esecuzione testamentaria, e soluzione delle controversie successorie . 490
    Art. 707 (Consegna dei beni all’erede)
    1. La norma, e la sua ratio ........................... . 493
    2. I beni non necessarî all’esercizio dell’ufficio ............... . 496
    3. (segue) Richiesta, e consegna, dei beni ereditarî ............ . 497
    4. Adempimento, e garanzia, delle obbligazioni testamentarie ...... . 502
    5. Pluralità di eredi, e consegna dei beni ereditarî ............. . 505
    6. (segue) Contemporanea presenza di eredi e di semplici chiamati all’eredità ....................................... . 506
    Art. 708 (Disaccordo tra più esecutori testamentari)
    1. Il rimedio al disaccordo tra più esecutori testamentarî ......... . 511
    2. Il provvedimento del giudice ........................ . 513
    Art. 709 (Conto della gestione)
    1. L’obbligazione di rendere il conto ..................... . 517
    2. L’obbligazione di rendiconto posta a carico dell’esecutore testamentario . 521
    3. Il soggetto obbligato al rendiconto ..................... . 524
    4. I destinatarî del rendiconto ......................... . 526
    5. Le modalità di rendimento del conto ................... . 528
    6. Il tempo di presentazione del rendiconto ................. . 530
    7. La responsabilità dell’esecutore testamentario .............. . 533
    8. (segue) Regole applicative .......................... . 536
    INDICE XXV
    9. (segue) Responsabilità dell’esecutore testamentario, e gratuità dell’incarico ...................................... . 540
    10. I soggetti, nei confronti dei quali può insorgere la responsabilità dell’esecutore testamentario .......................... . 543
    11. Gestione comune, e responsabilità solidale ................ . 545
    12. L’inefficacia della disposizione testamentaria di esonero dell’esecutore
    testamentario dall’obbligazione di rendiconto o dalla responsabilità . 547
    Art. 710 (Esonero dell’esecutore testamentario)
    1. La cessazione dall’ufficio, e la cessazione dell’ufficio .......... . 555
    2. Le cause obbiettive di estinzione dell’ufficio ............... . 557
    3. Le cause soggettive di cessazione dall’ufficio. In particolare, la morte
    dell’esecutore testamentario ......................... . 561
    4. (segue) Cessazione dall’ufficio, e possibilità di sostituzione ...... . 563
    5. Altre cause di cessazione dall’ufficio ................... . 566
    6. L’esonero dall’ufficio ............................. . 569
    7. Il compimento di gravi irregolarità nell’adempimento degli obblighi
    gravanti sull’esecutore testamentario ................... . 573
    8. L’inidoneità all’ufficio ............................ . 575
    9. Gli atti che menomano la fiducia nell’esecutore testamentario .... . 576
    10. La legittimazione attiva ........................... . 579
    11. Esonero, e dispensa dall’ufficio ....................... . 582
    12. Il provvedimento di esonero ........................ . 583
    13. Esonero dell’esecutore testamentario, ed estinzione dell’ufficio ... . 586
    14. Provvedimento di esonero dell’esecutore testamentario, ed estinzione
    automatica dell’ufficio ............................ . 589
    Art. 711 (Retribuzione)
    1. La retribuzione, eventuale, dell’esecutore testamentario ........ . 595
    2. La disposizione ................................ . 599
    3. La proporzionalità della retribuzione all’attività svolta dall’esecutore
    testamentario ................................. . 603
    4. Assenza di disposizione testamentaria relativa alla retribuzione dell’esecuzione della volontà mortis causa, e accordi raggiunti, al riguardo, dai
    successori .................................... . 604
    5. (segue) Esecutore testamentario non retribuito, e compenso preteso a
    ragione dell’attività professionale svolta in favore dell’ufficio ..... . 608
    6. Ulteriori profili di disciplina della retribuzione spettante all’esecutore
    testamentario ................................. . 609
    7. Retribuzione, e legato disposto in favore dell’esecutore testamentario . 610
    XXVI INDICE
    Art. 712 (Spese)
    1. Il principio della rimborsabilità delle spese sostenute dall’esecutore
    testamentario ................................. . 617
    2. (segue) Regole applicative .......................... . 619
    3. Le spese rimborsabili ............................. . 621
    4. (segue) Casistica ............................... . 623
    5. (segue) Le spese processuali ........................ . 625
    INDICI
    Indice degli Autori.................................. . 631
    Indice analitico.................................... . 635
    Leggi di più
    Riduci descrizione
    Scheda tecnica
    Cod.9788828832898
    Data pubblicazioneSettembre 2022
    Libri
    AutoreBonilini Giovanni
    N. pagine620
    CollanaIL CODICE CIVILE COMMENTARIO
    Edizione2
    Anno2022
    Disponibilità: Disponibile ora
    €75,00 IVA incl.
    In offerta a: €71,25 IVA incl.
    Consegna entro:
    2-3 giorni lavorativi
    Etichetta del prodotto
    Spedizione gratuita Sopra i 60 €
    Consegna in 48h Con Corriere Espresso
    Pagamento sicuro Carta di credito, PayPal, Bonifico
    Assistenza totale Su tutti i tuoi acquisti